RACCOGLIERE   – CONSERVARE   – ESSICCARE

Prima di avventurarsi  in questa impresa è necessario decidere quale piante raccogliere, optando di certo per piante che verranno usate speso dai familiari o da noi stessi. Naturalmente si deve tenere conto che delle piante non si possono conservare per lungo tempo. Una “chicca” che penso non tutti sappiano e che invece per quanto riguarda la FRAGOLA  è utile conservarla per parecchi anni anzi talvolta è indispensabile.

piante-selvatiche-400x250

RACCOLTA

Trovata la pianta spontanea bisogna essere certi di averla identificata senza alcun dubbio… ricordo che ci sono piante tossiche  o addirittura velenose..

Si raccolgono in un giorno di bel tempo per evitare che marciscano.  Le ore ideali sarebbero tra le 9 e le 10 del mattino o verso sera.  Di solito i fusti si raccolgono in autunno, le gemme in primavera, le foglie nel periodo che precede la fioritura, i fiori all’inizio della fioritura. I frutti a completa maturazione e i semi quando la pianta è secca. La radice quando la pianta è matura e la corteccia tutto l’anno.

Vi aspetto al prossimo articolo per approfondire ulteriormente lo studio delle piante medicinali.
Un abbraccio di luce
Maria Teresa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...