La Croce Celtica
Come già descritto nel primo articolo sull’argomento; ecco la seconda variante di questo metodo comunemente molto utilizzato. 🙂

Anche per questa variante valgono le raccomandazioni ed i consigli della prima…qui trovi la prima variante

 

croceceltica2

 

Estratta dal mazzo la carta del consultante, ponetela al centro del gioco, quindi estraete altre nove carte e disponetele secondo lo schema.

  1. Situazione attuale
  2. Passato remoto
  3. Passato prossimo
  4. Futuro
  5. Mete
  6. Atteggiamento
  7. Condizionamenti
  8. Timori e speranze
  9. Esito finale della situazione.


Come potete notare questa variante differisce dalla precedente, oltre che per il tipo di significato dato alla posizione delle carte, per l
´ordine in cui vengono disposte. Il giro è orario ed al posto di partire dall’alto si parte dal basso. Inoltre dal mazzo si estrae la carta rappresentativa del consultante.

Spero che questo secondo metodo vi sia piaciuto…seguiteci se desiderate conoscerne altri.
Un abbraccio di luce
Gabriella

Annunci

5 pensieri riguardo “Il Consulto: la croce celtica 2° variante

  1. Ciao Gabriella,
    Complimenti per il blog, davvero interessante!
    Io da anni uso la Croce Celtica nella seconda variante di cui hai scritto, ma invece di scegliere una carta che rappresenta il consultante, le faccio pescare tutte… per il resto, in termini di ordine di disposizione e significato, tutto corrisponde. Cosa succederebbe, mi chiedo, se un bel dì ci trovassimo per una tirata e fossi tu a disporre le carte, ma io a leggerle (o viceversa)?

    Mi piace

    1. Ciao Cara 🙂 Penso che…alla fine il metodo di lettura dipenda da chi le legge e non da chi le chiede 🙂
      Certo, bisogna partire da un presupposto importante, anche se tu dovessi disporle, dovrei mischiarle io e concentrarmi sulla domanda, altrimenti si creerebbe una grande confusione. In realtà, penso che il “modo” di disporre le carte sia la cosa meno importante per chi le carte le sa fare. A volte bastano due o tre carte per dare una risposta. I “giochi” sono un metodo indicativo per aiutare il cartomante nella lettura, ma non sono , alla fine, una “regola” ferrea 🙂 Non ti è mai capitato di “inventare” un metodo di stesura?

      Piace a 1 persona

      1. In effetti si, magari non ho inventato una tirata intera, ma diciamo che ho usato “creativamente” carte aggiuntive per aiutarmi a capire una situazione complessa… Fammi sapere se mai decidessi di fare un corso online, ogni volta che visito il tuo sito imparo un sacco di cose nuove ed interessanti! xxx

        Mi piace

      2. Scusa se rispondo solo ora ma in questo periodo non riesco a collegarmi in maniera continuativa. Ho smesso da qualche anno di effettuare corsi online 🙂 però puoi seguirmi qui e sul sito…se dovessi poi decidere di riprendere, inserirò sicuramente un post al riguardo. Un abbraccio. Spero a presto.
        Gabry

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...